Trieste Mini Maker Faire – la festa dell’ingegno

Trieste Mini Maker Faire – la festa dell’ingegno

Fondazione Pietro Pittini a supporto della cultura del progettare e del fare, della creatività e dell’azione, della prototipazione, dell’artigianalità e del digitale…il una parola, Maker Faire!

A Trieste, il 25 e 26 Maggio 2019, si terrà la 6° edizione della Mini Maker Faire Trieste, una colorata, eterogenea e democratica rassegna della durata di due giorni in cui oltre all’esposizione interattiva di centinaia dei lavori e progetti spiegati direttamente dai maker selezionati dalla commissione, si terranno molte conferenze, laboratori e premiazioni, tra cui quella promossa dalla Fondazione Pietro Pittini ‘Young Maker Award’ dedicata agli under 18 al fine di incentivare l’intraprendenza tipica della cultura maker anche e soprattutto tra i più giovani.

Maker Faire è un movimento globale che vuole ispirare, educare e intrattenere le persone curiose e creative di ogni età. La quinta edizione della Trieste Mini Maker Faire radunerà e farà scoprire makers, inventori, artigiani, scienziati e artisti provenienti da Triveneto, Slovenia, Croazia e oltre.

Ad organizzarla è l’Abdus Salam International Centre for Theoretical Physics (ICTP – Centro Internazionale di Fisica Teorica), in collaborazione con Maker Media Inc. ed il Comune di Trieste

Riportiamo la calzante definizione di descrizione di chi sono i makers: siamo certi vi incuriosirà e invoglierà ancora di più ad organizzare una visita da soli, con amici o con la famiglia

“Sono appassionati di tecnologia, educatori, pensatori, inventori, ingegneri, autori, artisti, studenti, chef, artigiani 2.0, insomma tutti coloro che creano e stupiscono con la forza delle proprie idee. Sono persone che, con un forte approccio innovativo, creano prodotti per avvicinare la nostra società a un futuro più semplice e divertente. Il loro motto è “fai da te” ma soprattutto “facciamo insieme”. Sono, infatti, una comunità internazionale presente in oltre 100 paesi e condividono informazioni e conoscenze sia attraverso il web sia attraverso veri e propri luoghi fisici, i cosiddetti Fab Lab. Usano macchinari come frese o stampanti 3D ma anche software e hardware open source che si possono scaricare gratuitamente dal web per dare vita a  qualcosa di originale. I makers, oggi, vengono identificati come un vero e proprio movimento culturale dalle enormi potenzialità sul piano dello sviluppo sociale e economico, grazie alla loro capacità di esplorare nuove strade o semplicemente di percorrere in modo “moderno” quelle esistenti”.

Il fitto programma di eventi e tutte le indicazioni su come raggiungere il parco dell’ICTP disponibili dal sito ufficiale sottolineando la possibilità di poter raggiungere la fiera in molti modi alternativi, e più sostenibili, dell’automobile

I nostri progetti

La Fondazione Pietro Pittini si impegna nel promuovere azioni rivolte all’innovazione e allo sviluppo, in linea con i SDG (Sustainable Development Goals), gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2015, che costituiscono il piano d’azione Agenda 2030 di sviluppo internazionale.

INNOVAZIONE SOCIALE

TITOLO DEL PROGETTO: INNOVAZIONE SOCIALE ENTE PROMOTORE: FONDAZIONE PIETRO PITTINI PARTNER: UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI TRIESTE, UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI UDINE (in via di perfezionamento)

CONSTEMINATION

TITOLO DEL PROGETTO: CONSTEMINATION ENTE PROMOTORE: FONDAZIONE PIETRO PITTINI PARTNER: IC MANZANO, ISIS MALIGNANI DESCRIZIONE DEL PROGETTO: La Fondazione Pietro Pittini nell’ambito della propria mission

Proponi un progetto

Siamo lieti di ascoltare e approfondire la conoscenza di nuovi progetti e iniziative, con l’obiettivo di promuovere e sostenere chi si impegna nel creare valore sociale.

Per questo, selezioniamo progetti di impatto e di innovazione sociale incentrati possibilmente sui giovani nelle quattro aree di riferimento: povertà, salute, educazione e sviluppo economico.