Patrocinio ProEsof per il progetto Sperimentare il Futuro

Belle notizie per la nuova edizione di Sperimentare il Futuro – Industria 4.0: il progetto ha ricevuto il patrocinio di ProEsof

Un po’ di acronimi ma ora facciamo chiarezza: TESI, Trieste Encounters on Science and Innovation è lo strumento operativo di FIT, Fondazione Internazionale Trieste, capofila per ESOF 2020 (European Science Open Forum) la più rilevante manifestazione europea focalizzata sul dibattito tra scienza, tecnologia, società e politica che avviene ogni due anno e che nel 2020 sarà a Trieste.  TESI ha il duplice obiettivo di stimolare proposte innovative per gli eventi che precederanno ESOF 2020 negli anni 2018-2020 (ecco perchè ‘proEsof2020′) e attivare organizzazioni con particolare riguardo al Nord-Est d’Italia e alle aree dell’Europa centrale e orientale allargate; al suo interno cinque commissioni: science to science, science to business, science to policy, science to communicators e science to citizens quest’ultima la sezione a cui abbiamo candidato il progetto.

Uno splendido riconoscimento per Sperimentare il Futuro – Industria 4.0 che si pone l’obiettivo di coinvolgere i ragazzi nel comprendere i lavori del futuro e testare più da vicino in cosa può consistere la formazione tecnico-scientifica

Vi riportiamo qui alcune parole davvero molto significative del direttore di FIT, il Professor Stefano Fantoni sul concetto di scienza :

“Il nostro motto ‘Freedom for science, science for freedom’ vuole significare, da una parte, una scienza priva di pregiudizi e priva di limiti nell’esplorazione della conoscenza, anche se non priva di doveri, doveri intrinseci alla scienza stessa quali la riproducibilità dei risultati, la loro piena accessibilità e anche doveri verso la società; dall’altra parte, il motto indica la tensione verso una scienza inclusiva, portatrice di pace, di un linguaggio universale che tutti possono e devono parlare nello spirito di un futuro migliore”

Attenzione! Le call per candidarsi come progetto ProEsof sono ancora aperte: la prossima call scade a fine novembre

Sperimentare il Futuro – evento finale

Lunedì 11 giugno 2018, presso l’Aula Magna dell’Istituto G. Caprin di Trieste, si è svolto l’evento conclusivo del progetto pilota di divulgazione scientifica Sperimentare Il Futuro – Industria 4.0 sui temi di innovazione e industria 4.0 realizzato in collaborazione con l’Immaginario Scientifico.

 L’evento finale aveva l’obiettivo di restituzione dell’esperienza da parte degli alunni e di ispirazione sui lavori del futuro in ambito tecnico-scientifico.

 Dopo il racconto riportato da uno studente per anno dell’esperienza vissuta durante i laboratori, sono intervenuti dei testimonial del mondo dell’innovazione nell’impresa, con i quali i ragazzi hanno avuto modo di confrontarsi: “gioia, altruismo e resilienza” sono i consigli che gli scienziati-imprenditori hanno in sintesi voluto dare.

Tra questi, Diego Bravar e Irene Lasorsa di Biovalley Investments, che hanno sottolineato l’importanza di pensare fuori dagli schemi e di considerare il proprio lavoro come un modo per cambiare il mondo, con perseveranza, responsabilità, ma anche con gioia e altruismo.

 Vedran Jukic di Servernet ha inoltre riflettuto sul concetto di innovazione come capacità di pensare qualcosa che non c’è e riuscire a trasformarlo in realtà, mentre Barbara Codan di GeniusChoice ha insistito sull’importanza della creatività e della semplicità.

Fondazione Giannino Bassetti

Nelle nostre esplorazioni di mappatura a livello nazionale di realtà esemplari a cui fare riferimento e di condivisione di best practices, qualche settimana fa abbiamo avuto l’onore di incontrare e approfondire la conoscenza della Fondazione Giannino Bassetti.

La responsabilità nell’innovazione, con incredibile lungimiranza di Piero Bassetti, è la mission perseguita dalla Fondazione sin dal 1994: l’innovazione come capacità di realizzare l’improbabile.

La Fondazione, con sede a Milano, collabora con svariati Istituti, tra cui il Politecnico di Milano e molte altre Università. Dal 2016, è inoltre partecipata da Regione Lombardia.

In coerenza con i valori espressi dalla Famiglia Bassetti, lo scopo della Fondazione è quello di promuovere l’esercizio responsabile dell’innovazione in ambito nazionale e internazionale, assistendo i soggetti istituzionali, privati e associativi, a orientarne i fini.

L’innovazione è considerata dalla Fondazione quale fattore di incivilimento per l’intera società: sia quando si esprime in ambito tecnico-scientifico, sia quando si manifesta nella creatività economica e imprenditoriale, sia quando riguarda i modelli di governance.

Vi invitiamo a consultare il ricchissimo archivio della Fondazione: dall’arte alla robotica, ma anche etica, finanza, prototipazione rapida, genetica, energia. Il materiale messo a disposizione, interamente gratuito per l’intera fruizione, copre ogni tema in cui l’innovazione è in crescita. Tutto l’archivio è inoltre rilasciato in Creative Commons.

Abbiamo approfondito alcuni temi, quali i modelli innovativi per l’educazione e l’importanza di trasferire ai giovani un concetto di scienza.

Abbiamo anche condiviso la volontà di studiare possibili future interazioni tra la nostra realtà e quella milanese, che consideriamo una vera e propria Think Tank dell’innovazione.

Social Impact Investor Day: startup per il sociale

Presso la sede di Rinascimenti Sociali, abbiamo avuto il piacere di assistere al Social Impact Investor Day, la giornata di chiusura del programma di accelerazione per social impact startup di SocialFare®| Centro per l’Innovazione Sociale.

A otto mesi dal lancio di Foundamenta#4 – la call nazionale per social impact start-up, che ha permesso di individuare imprese e business idea di eccellenza e ad alto impatto sociale da inserire nel programma di accelerazione di SocialFare – le 4 startup accelerate sono pronte a presentarsi a enti e imprenditori per cercare di conquistare il loro interesse e ricevere investimenti.

Hanno presentato il loro pitch:

  •  Wher – l’app per la sicurezza femminile in città, gestita in modalità crowd
  • ■ EthicJobs – sistema di certificazione e visibilità alle aziende con i migliori standard di qualità lavorativa
  • ■ Paratissima – organizzazione e gestione di eventi d’arte contemporanea per artisti emergenti
  • ■ Progetto Quid – sartoria sociale vincitrice del programma di accelerazione SocialFare in collaborazione con il Premio Marzotto.

Innovazione sociale, idee e strategie: WIS – Workshop Impresa Sociale

Siamo stati alla 15° edizione di WIS – Workshop sull’Impresa Sociale, l’appuntamento di riferimento per le imprese che producono beni e servizi di utilità sociale, organizzato da IRIS Network.

L’incontro si propone di far emergere le migliori buone pratiche di innovazione sociale dell’imprenditoria sociale italiana, favorendo il confronto e lo scambio tra operatori sul campo e altri attori pubblici e privati che intendono sostenere lo sviluppo di questo particolare ecosistema di imprese.

Quest’anno ci si è concentrati sulle molte tematiche e aspetti che comportano e comporteranno la Riforma del Terzo Settore. Non potevamo mancare!

Tra le sessioni parallele, abbiamo trovato di particolare interesse gli interventi sui beni confiscati, quello sull’alternanza scuola-lavoro e la sessione che ha affrontato il tema della tecnologia nell’innovazione sociale.

Ricerca e nuove opportunità: Euro Bio High Tech

Euro Bio High Tech è un evento della durata di due giorni che ha come obiettivo quello di connettere i due versanti del settore Biotech Smart Health, ossia quello di ricerca e quello industriale, al fine di creare nuove opportunità di sviluppo e di business.

Euro Bio High Tech è il primo Salone dedicato all’innovazione nel biomedicale, nelle biotecnologie e nella bioinformatica nell’area dell’Europa Centro-Orientale e Balcanica. Risponde a queste esigenze offrendo un’esposizione e un confronto sui progetti di ricerca e sviluppo realizzati dalle imprese con gli Enti di Ricerca.

Obiettivi dell’appuntamento annuale, della durata di due giorni, sono: innovare, connettere, promuovere e rappresentare.

La Fondazione era presente come attento ascoltatore, per comprendere le necessità del contesto, partendo dalle potenzialità del territorio, specialmente in ambito scientifico. Abbiamo assistito ad interventi istituzionali di presentazione dell’ecosistema, iniziato a studiare le sinergie ed opportunità che si stanno creando tra Italia (Trieste) e Unione Europea Centro Orientale e Balcanica.

Filantropia d’oltreoceano: Bill & Melinda Gates foundation

Abbiamo visitato la sede della Bill & Melinda Gates Foundation, una tra le più famose fondazioni al mondo per entità di erogazioni, ampiezza globale degli interventi e per la visione innovativa del ruolo di una fondazione.

Nota per l’importante impatto nella lotta contro HIV, malaria e tubercolosi, la fondazione vanta una presenza capillare internazionale, con uffici in tutti i continenti, e prestigiose partnership con la University of Seattle e con le principali organizzazioni mondiali. Famosa inoltre la donazione di 67 miliardi di dollari dell’imprenditore Warren Buffett.

Abbiamo visitato la sede quest’estate, raccogliendo immagini, dati e informazioni sui progetti che sviluppano e sulle ricerche che stanno portando avanti.

La frase incastonata a caratteri cubitali sulla facciata del palazzo è un messaggio chiaro e significativo, da tenere sempre in mente:Every person deserves the chance to live a healthy, productive life.

C’è tanto da imparare.