Suggerimenti di Ricerca

RASSEGNA STAMPA

Rassegna Stampa
Messaggero Veneto
Fare impresa in montagna Idee di rilancio da 22 giovani

Valorizzare attraverso i più innovativi linguaggi digitali l’operato di tenaci realtà imprenditoriali della montagna friulana, tra Carnia, Dolomiti friulane, fino alle Valli del Natisone.
Era l’obiettivo del progetto “Percorsi Spericolati” che la Fondazione Pietro Pittini ha svolto in questi mesi – con le associazioni Meraki Desideri culturali e Rob de Matt con il sostegno della Cooperativa Cramars, dell’Ecomuseo Lis Aganis e dei 2 parchi naturalistici regionali – per sostenere le esperienze di chi hanno scelto di vivere e lavorare nelle Terre Alte.

IlFriuli.it
Icgeb presenta ‘I Goal della Scienza’

Come può la ricerca scientifica raggiungere i Goal dello Sviluppo Sostenibile? Al festival Vicino/lontano di Udine, sabato 14 maggio alle 15, Icgeb presenta il primo episodio del documentario “I Goal della Scienza” che risponde a questa domanda raccontando come i suoi ricercatori abbiano validato un sistema di diagnosi più rapido ed economico per il virus SARS-CoV-2. Seguirà un dialogo tra scienziati e creativi per parlare di come è stato concepito e realizzato il progetto e dell’efficacia di raccontare la scienza attraverso le storie. 

A vicino/lontano sarà presentato il primo di sei episodi dove vengono affrontati due degli obiettivi di sviluppo sostenibile in cui è attivo Icgeb : promuovere una salute universale e accessibile e la collaborazione messa in atto per farlo. Icgeb come Organizzazione di ricerca scientifica nelle biotecnologie ha strutturato le sue attività attorno a sei Goal dello Sviluppo Sostenibile (SDGs) dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: zero fame nel mondo, buona salute e benessere, educazione di qualità, energia pulita e accessibile, innovazione industriale e infrastrutturale e collaborazione per gli obiettivi, con la parità di genere sempre presente. 

All’evento parteciperanno per Icgeb Emanuele Buratti, ricercatore e uno dei protagonisti dell’episodio, Suzanne Kerbavcic e Fabio De Pascale, dall’ufficio comunicazione, nonché Stefano Pellizzaro e Riccardo Vencato di Wannaboo video productions. 

Il documentario completo racconterà sei storie di come i ricercatori e il personale di Icgeb lavora per raggiungere lo sviluppo sostenibile. Il progetto è realizzato da Icgeb grazie al finanziamento dalla Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia con la collaborazione di vicino/lontano, Comune di Trieste e Fondazione Pietro Pittini. “I Goal della Scienza” sarà presentato, a settembre in occasione di Trieste Next il Festival della Ricerca Scientifica. 

IlFriuli.it
‘Think Happy, Think Green’, prosegue il murale a Sant’Osvaldo

Un murale di 80 metri quadri nel quartiere di Sant’Osvaldo, a Udine, per rendere la città più bella e per diffondere gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, sottoscritta dai governi dei Paesi membri delle Nazioni Unite e approvata dall’Assemblea Generale dell’Onu. 

A occuparsene direttamente da qualche giorno sono gli alunni della scuola primaria Silvio Pellico, gli studenti del Liceo artistico Sello e del Cefs, assieme a un gruppo di persone che frequentano i servizi della salute mentale all’interno del Parco di Sant’Osvaldo. 

Avviato in via San Pietro, “Think Happy, Think Green” mira al recupero urbano guardando ai temi della sostenibilità, promosso dall’Istituto comprensivo Udine 2 in stretta collaborazione con Centro edile per la formazione e sicurezza, Fondazione Pietro Pittini, Laboratorio artistico CipArt – Cooperativa sociale Itaca e Comune di Udine, che ha concesso il patrocinio. 

L’iniziativa rientra in una più ampia progettualità che intende promuovere processi di recupero urbano partecipati, sensibilizzando al contempo la cittadinanza sui temi dell’attenzione e cura dell’ambiente, nonché sugli obiettivi di sviluppo sostenibile. 

Con il progetto grafico elaborato da CipArt e la regia artistica a cura di Catia Liani, gli interventi di rigenerazione pittorica, partiti in questi giorni sul muro nelle immediate vicinanze della primaria Pellico in via San Pietro all’altezza del civico 72, vedono coinvolta una rete virtuosa tra varie realtà del territorio, diverse per esperienze, competenze ed età, ma unite da un obiettivo comune e dal desiderio di perseguirlo insieme. È proprio questa sinergia il valore aggiunto creatosi intorno all’iniziativa, se i temi dello sviluppo sostenibile sono stati il punto di partenza, il valore più alto del progetto viene raggiunto proprio grazie alle tante persone e realtà diverse che hanno scelto di farne parte. 

 

THTG nasce con l’idea di reinterpretare il Goal 15 “Vita sulla Terra” dell’Agenda 2030, che ha come finalità proprio quella di “proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre, contrastare la desertificazione, arrestare il degrado del terreno, fermare la perdita della diversità biologica”. 

“Il nostro progetto – afferma il gruppo promotore dell’iniziativa – non è solo un modo per sensibilizzare i più piccoli e la cittadinanza sui temi dell’ambiente e della difesa dell’ecosistema naturale, oggi più che mai attuali. Il nostro desiderio è anche essere una piccola scintilla, affinché altre iniziative simili possano nascere sul territorio, restituendo ai quartieri e alla città nel suo complesso luoghi di socialità e bellezza”. 

IlFriuli.it
Nasce Kalipè, nuovo servizio di ascolto per adolescenti e genitori

Nasce Kalipè, il nuovo servizio di ascolto e consulenza psico-pedagogica rivolto ad adolescenti e ai loro genitori della cooperativa sociale Il Piccolo Principe di Casarsa della Delizia, realizzato grazie al supporto e al finanziamento della Fondazione Pietro Pittini e del Fondo di Beneficenza Intesa Sanpaolo. Un servizio che si basa su un approccio educativo e che considera le difficoltà adolescenziali come battute d’arresto nel percorso di crescita: si prevede non solo l’accesso in presenza o un primo contatto via email e telefono ma anche online in modalità a distanza, in base a quello che fa sentire più a loro agio i giovani e le famiglie. La pandemia ha aumentato le situazioni di disagio e questa vuole essere una risposta concreta. 

Obiettivo del servizio è aiutare gli adolescenti e le famiglie ad affrontare i cambiamenti e le difficoltà che crescendo possono incontrare, con la possibilità di parlare con educatori specializzati, reperibili 24 ore su 24 e in qualunque modalità si preferisca, anche quella online. 

“Kalipè – ha spiegato Elisa Paiero, responsabile del Servizio per i Giovani della cooperativa sociale Il Piccolo Principe – è un augurio che nella zona dell’Himalaya viene rivolto a chi si incammina verso le montagne ed il cui significato è quello di poter “camminare sempre a passo corto, e lento”. Con questo nome volevamo far capire che Kalipè è uno spazio di ascolto accogliente in cui noi educatori ci mettiamo a fianco dei ragazzi adolescenti e delle loro famiglie per un tratto di strada, facendo loro sperimentare un modo diverso di camminare verso il futuro“. 

Rivolto a ragazze e ragazzi dai 13 ai 21 anni, per accedervi gli adolescenti potranno inviare una email, telefonare o incontrare di persona gli educatori nel modo che li fa sentire più a loro agio: non solo nella sede del servizio (in via Vittorio Veneto a Casarsa) ma anche passeggiando all’aria aperta oppure chiacchierando via computer (il tel. è 378 3032959). Verrà garantito l’anonimato. Lo stesso servizio è aperto anche a genitori di preadolescenti e adolescenti che sentono il bisogno di un confronto nel gestire la relazione con i propri figli o che vivono un momento di difficoltà legato alla loro crescita. Si tratta di un servizio completamente gratuito per le ragazze e i ragazzi che ne fanno richiesta e per le famiglie che già stanno facendo un percorso con i servizi pubblici sociali e sanitari del territorio, per gli altri nuclei famigliari vengono garantiti costi contenuti secondo i principi di solidarietà della cooperativa. 

“Alla luce del generale disorientamento dei modelli educativi adulti e delle sempre maggiori difficoltà da parte dei ragazzi nel gestire in modo funzionale i propri compiti evolutivi – ha aggiunto Elisa Paiero – la nostra cooperativa ha sentito il bisogno di dare una risposta, realizzando un servizio professionale che, a costi contenuti e in rete con i servizi pubblici sanitari e sociali del territorio, offrisse un supporto rapido e professionale”. Nel servizio è, infatti, impegnato personale de Il Piccolo Principe specializzato in particolare riguardo allo sviluppo adolescenziale: educatori professionali e socio-pedagogici, professionisti con specifiche competenze nelle problematiche che ostacolano il percorso di crescita dei giovani. 

“Attualmente – ha concluso Paiero – sono in crescita gli adolescenti e le famiglie in difficoltà, al punto che i servizi pubblici territoriali non riescono ad intercettarli nel momento in cui le loro difficoltà sono in fase precoce e i servizi privati sono economicamente inaccessibili per alcune famiglie. Noi crediamo che con un intervento più tempestivo e con un lavoro in rete fra professionisti, in molti casi le difficoltà si risolverebbero più rapidamente. A Casarsa abbiamo già sperimentato il servizio a partire da settembre 2021 e abbiamo già accolto cinque ragazzi e tre genitori”. 

Inoltre, all’interno di “Kalipè – Spazio di ascolto” Il Piccolo Principe ha anche realizzato la proposta di sportello di ascolto scolastico, avviata al momento nelle due sedi secondarie di primo grado dell’Istituto Meduna Tagliamento e grazie alla partnership con le cooperative Aracon e Thiel, il servizio “Kalipè” è stato avviato anche nei territori di Udine e Monfalcone, sia nella forma di spazio di ascolto per genitori e ragazzi, che nella modalità di sportello scolastico. 

Aiutaci con una Donazione

Il futuro delle giovani generazioni, passa anche dal tuo supporto!