Grazie per la Musica

Grazie per la Musica

La musica è un’espressione artistica che arricchisce e sviluppa la creatività e la sensibilità. È una lingua universale e un eccellente argomento educativo.

Per questo motivo, abbiamo deciso di dare il nostro appoggio all’attività musicale dell’Istituto G. Roli di Trieste, donando due nuovi strumenti musicali che saranno utilizzati dagli studenti della Scuola Secondaria di I grado.

L’occasione di incontro è avvenuta nella primavera 2018 per la celebrazione del decennale dell’Indirizzo Musicale dell’Istituto con la volontà di realizzare due concerti presso il Teatro Bobbio di Trieste a maggio 2018.

La manifestazione ha visto protagonista l’orchestra degli alunni dell’Indirizzo Musicale insieme ai cori della scuola primaria e secondaria in un progetto didattico verticale che coinvolge tutto l’Istituto Comprensivo, per un totale di 700 alunni.

La Fondazione ha supportato l’Istituto nella realizzazione della celebrazione con l’acquisto di alcuni nuovi strumenti musicali, preziosi per il concerto ma soprattutto per gli anni a venire, affinché gli alunni possano fruire al meglio delle lezioni proposte dall’Istituto, contribuendo all’ampliamento della dotazione per la didattica.

I nostri progetti

La Fondazione Pietro Pittini si impegna nel promuovere azioni rivolte all’innovazione e allo sviluppo, in linea con i SDG (Sustainable Development Goals), gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2015, che costituiscono il piano d’azione Agenda 2030 di sviluppo internazionale.

+ Sport a scuola

Più movimento, più gioco, più apprendimento, più interdisciplinarietà, più socializzazione, più integrazione, più educazione, più salute: tutto questo è + Sport a scuola.

Proponi un progetto

Siamo lieti di ascoltare e approfondire la conoscenza di nuovi progetti e iniziative, con l’obiettivo di promuovere e sostenere chi si impegna nel creare valore sociale.

Per questo, selezioniamo progetti di impatto e di innovazione sociale incentrati possibilmente sui giovani nelle quattro aree di riferimento: povertà, salute, educazione e sviluppo economico.