Fondazione Pietro Pittini per il sostegno allo studio universitario

Fondazione Pietro Pittini per il sostegno allo studio universitario

“Il rischio di un calo di immatricolazioni sarebbe un pessimo segnale per la ripartenza del Paese» ha dichiarato il Ministro dell’Istruzione Gaetano Manfredi qualche settimana fa ai giornali. Se guardiamo indietro di qualche anno infatti, la crisi del 2008 ha avuto effetti negativi anche sui sistemi di educazione e formazione con un calo delle  iscrizioni universitarie che ha registrato nel nostro Paese una riduzione del 20% a seguito della profonda recessione che ha colpito le economie di tutto il mondo. Oggi lo scenario appare nuovamente preoccupante: gli ultimi dati del Fondo Monetario Internazionale parlano di un calo del PIL nazionale, per l’anno 2020, del 12,9% con una perdita di quasi 2 milioni di posti di lavoro secondo l’Istituto Nazionale di Statistica. Questi numeri uniti al rischio di un possibile ritorno dell’epidemia ci spingono a riflettere non solo alle conseguenze negative in termini reddituali e produttivi ma anche al contraccolpo che questo periodo potrà avere sul futuro della scuola e della formazione universitaria per le generazioni future. Ed è proprio nel solco di queste riflessioni che come Fondazione abbiamo deciso di scendere in campo per contribuire a mitigare gli effetti negativi della crisi sulla formazione degli studenti universitari della nostra Regione. Assieme all’Università di Trieste e all’Università di Udine abbiamo infatti da poco lanciato una serie di interventi per sostenere economicamente i giovani nel pagamento delle rette universitarie per l’anno accademico in corso. Siamo convinti che l’investimento in capitale umano rappresenti lo strumento più efficace per rispondere ai nuovi e diversi scenari con cui avremo a che fare nel futuro prossimo. In questo nuovo contesto che ci si pone davanti inoltre il ruolo delle Fondazioni e del Terzo settore più in generale si sta affermando come prioritario per fornire risposte che siano al contempo capillari e inclusive. A fronte di tempi incerti abbiamo dunque bisogno, oggi più che mai, di una rete di sostegno che coinvolga pubblico, privato e terzo settore in grado di fornire soluzioni innovative alle sfide sociali che investiranno i nostri territori per far sì che nessuno venga lasciato indietro. Siamo tra  gli ultimi paesi in Europa quanto a percentuale di laureati: facciamo in modo, tutti insieme, che nei mesi a venire non siano proprio i giovani ad essere ulteriormente colpiti nel diritto allo studio.

Università degli Studi di Udinehttps://qui.uniud.it/notizieEventi/ateneo/ateneo-e-fondazione-pietro-pittini-accordo-per-lo-sviluppo-di-azioni-sinergiche-a-supporto-degli-studenti

Università degli Studi di Triestehttp://web.units.it/premi-studio/bando/bando-39707

Altre news