Centro per la salute del bambino ONLUS – Nati per leggere

Centro per la salute del bambino ONLUS – Nati per leggere
Nati per Leggere

Perseguendo l’obiettivo di mappatura del nostro territorio, durante l’estate abbiamo avuto il piacere di incontrare e conoscere il Centro per la Salute del Bambino ONLUS. Questa ONLUS opera in Italia e a livello internazionale con la mission di diffondere programmi di prevenzione alla povertà educativa, di promuovere delle buone pratiche in famiglia e di garantire a tutti i bambini uguali opportunità di sviluppo cognitivo, emotivo e relazionale fin dalla nascita.

Il Centro opera per creare reti locali di operatori di servizi sanitari, sociali, culturali ed educativi; attiva inoltre percorsi di formazione multidisciplinare per i suoi volontari, per le associazioni e per gli amministratori locali, al fine di contribuire alla costruzione di iniziative multisettoriali di sostegno alla prima infanzia e alla genitorialità.

La ONLUS si occupa inoltre della pubblicazioni di materiali, strumenti informativi e di intervento sui temi della salute materno-infantile, collaborando per altro a sviluppare ricerche, documenti e progetti assieme, tra gli altri, all’OMS e all’UNICEF.

Curano inoltre il progetto “UN VILLAGGIO PER CRESCERE”: sette sono i Villaggi attivi in Italia, di cui uno situato a Valmaura (TS). I Villaggi si caratterizzano come luoghi d’incontro tra genitori e famiglie, affinché loro stessi possano condividere esperienze, fare amicizia e stare insieme: si tratta quindi di attività in stretta connessione con il territorio per accompagnare i genitori nei loro compiti educativi.

La ONLUS é inoltre la Segreteria nazionale del progetto NATI PER LEGGERE’ e ‘NATI PER LA MUSICA’: entrambi sono programmi di comunità diffusi sul territorio nazionale (più di 800 progetti locali in 2000 comuni) con il fine di promuovere la lettura e la musica in famiglia. Questi progetti vengono svolti e curati in collaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri e l’Associazione Italiana Biblioteche, e hanno il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Grazie ai volontari formati dal Centro, vengono quindi proposte gratuitamente alle famiglie con bambini fino a 6 anni di età delle attività di lettura nelle biblioteche e nei Punti Lettura, negli ambulatori pediatrici, nei consultori e nei punti nascita, nei quartieri a rischio, nelle pediatrie degli ospedali, in zone povere di servizi e tra le comunità di migranti. Ad oggi si stima che il 20% della popolazione nazionale sia venuta a contatto con questo programma.

Buona lettura a tutti!

Altre news